Sono povera?

È un po’ che me lo chiedo. Tutti i mesi, quando consegno il conto delle ore mi prende un’ansia che oserei definire esistenziale. Ho paura di non farcela, ho paura di non arrivare a fine mese, ho paura di non poter continuare a sostenere lo stile di vita che ho. E non è che io spenda tanto… ormai non esco più la sera, non mi concedo grossi vizi, viaggio sempre in economia. Mi sono resa conto che ormai preferisco un piatto di lenticchie ad una bistecca, oltre che per una questione etica, anche per una questione economica.

Non sono povera, lo so… ho il mio lavoretto ben pagato e anche un gruzzoletto in banca. Purtoppo il lavoro è a chiamata, ad ore, quindi alle volte mi trovo costretta a lavorare meno velocemente per poter scrivere quell’ora in più… ma non mi piace, non È giusto.

Il fututo mi fa paura, devo trovare lavoro, sistemarmi e badare al 100% a me stessa.

È una paura assurda a trent’anni, ma non posso/voglio dovermi fare aiutare!

Annunci

Una Risposta

  1. Hai ragione. Anche io a 30 anni pensavo come te, quando siamo andati a vivere insieme, un po’ prima, ma so che in due è più semplice, avevo un lavoro precario, a chiamata come il tuo, e stavo finendo la tesi. E’ anche bello però guardarsi indietro e dire: ho fatto tutto da sola! Complimenti e in bocca al lupo per il futuro.
    PS: le lenticchie sono meglio per tanti motivi e buonissime 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Piccoli Vichinghi

Andata e (spero) ritorno dalla Germania

One way to Sweden - Il blog di due italiani in Svezia

Andata e (spero) ritorno dalla Germania

il nostro nord del mondo

Andata e (spero) ritorno dalla Germania

Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Die Italienerin

Radiocronaca di un espatrio in Germania

Ferengi in Addis

Vita di tutti i giorni in Etiopia

mamma Studia!

Andata e (spero) ritorno dalla Germania

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: